Emma – L’Isola: Recensione|Audio|Video|Testo

Emma torna con il nuovo singolo L’Isola che anticipa il sesto album Essere qui in uscita il 26 Gennaio.

Emma è tra i pochi partecipanti ad un talent ad avere consolidato la propria posizione nel panorama del pop italiano.

Non sono un fan della prima ora, anzi. I primi dischi non mi piacciono affatto.

Ho trovato una evoluzione interessante a partire da Schiena e poi nell’ultimo Adesso. Due dischi diversi, uno pop-rock uno più elettronico, ma con canzoni ben scritte e curate nella produzione.

Per il nuovo album Emma si è presa i suoi tempi e si avvalsa di musicisti d’eccezione.

Il primo estratto è L’Isola, dove riprende il discorso che aveva lasciato con Adesso.

Al primo impatto mi viene da dire che la canzone è un crossover tra gli U2 di Where the streets have no name e l’ultimo Justin Bieber. Suona come un’ offesa ma non lo è affatto.
La canzone ha una struttura insolita, è un continuo crescendo senza un vero e proprio inciso. Ha un bell’arrangiamento elettronico, con synth anni ottanta, beat funky e chitarre elettriche sullo sfondo.
La cosa che mi sorprende di più è la posatezza di Emma. Controlla meglio tutti i colori della sua voce e non c’è traccia degli urli che caratterizzavano le prime canzoni.
Non è un pezzo immediato e accattone e bisogna ascoltarlo più volte per apprezzarlo.

Plauso infine all’artwork: look anni novanta in una New York grigia. Top.

Testo

Un respiro complice
Prendi fiato e scegli me
In fila indiana
Scegli me

Un destino, un vortice
In controluce è più semplice
Prendi fiato e scegli me.

E tutti guardavano la nave partire
all’orizzonte scomparire
E tutti restavano senza parole.

Dicono che tornerà a prenderci
qualcuno tornerà
Dicono chi sa.

E tutti guardavano il sole sparire
all’orizzonte dentro il mare
E tu mi guardavi ed io ti dicevo amore
Non aver paura troveremo un modo per andare
Via di qua
Via di qua, dall’isola.

Via di qua
via di qua, dall’isola

Via di qua
Via di qua, dall’isola.

E tutti guardavano
la nave partire
all’orizzonte scomparire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...