BIANCA AZTEI – Risparmio Un Sogno: Recensione | Audio | Video | Testo

La discografia italiana funziona con logiche misteriose e parecchio diverse rispetto ad altri mercati.

Se nella maggior parte dei casi ci sono artisti che vengono dimenticati facilmente per un singolo andato male (quasi sempre perché le case discografiche investono il minimo indispensabile), ci sono casi rari di cantanti che vengono spinti a più non posso.

Quest’ultimo è il caso di Bianca Atztei, in giro da un po’ di anni ormai, ma che nonostante palchi importanti, collaborazioni eccellenti, visibilità in tv, la sua carriera non è ancora del tutto decollata.

Non è un problema di talento, perché ne ha: timbro riconoscibile, intonata dal vivo, capacità interpretative interessanti.

Eppure se non fosse che la sua etichetta sia quella fondata dalle principali radio italiane, nessuno, forse, se la filerebbe.

Certo l’esperienza all’Isola dei Famosi e la sua sfortunata storia d’amore hanno aiutato a far conoscere il personaggio, ma chi si ricorda della miriade di singoli pubblicati (dai risultati alquanto altalenanti)  e del solo album all’attivo?

Dopo la parentesi trash-dance di Abbracciami Perdonami Gli Sbagli  e Fire On Ice, torna sui suoi passi in uno stile che ricorda i pezzi più “noti” della sua carriera (Ora Esisti Solo Tu e La Paura che Ho Di Perderti)

Risparmio Un Sogno è una bella canzone e sicuramente un notevole passo avanti.
Porta la firma di Ultimo, vincitore di Sanremo Giovani, e si sente.
Se poi bisogna dirla tutta, non è poi così differente dalle cose che Camba e Coro scrivono per la Amoroso da quasi dieci anni a questa parte, ma rimane comunque una ballata solida e non banale.

Ad ogni modo, la scelta di un brano classico rispetto a un pezzo tamarro per l’estate paga e si fa notare nel mare di canzoni tutte uguali, pseudo raggaeton o dance.
Forse è la volta buona.

Testo

Ho perso un’altra vita ancora
E tutto resta qui com’era

E’ l’anima che chiusa vola
Io ho chiesto aiuto a chi non c’era

Ho perso e non c’è un posto adesso
Rimpiango quello che ho rimpianto
Io cammino e prendo a calci un sasso

mi chiedo cosa muove il mondo
Se ti guardo e non è facile
Non c’è qualcosa che assomiglia a te
Tu che hai riempito le mie pagine

Distante il mondo
c’è ancora spazio dentro di me
Risparmio un sogno
Lo tengo dentro solo per me
La vita ha una risposta sola
E’ il cuore che domanda ancora

Distante il giorno
La porta suona il tuo ritorno

Per quanto non ci fossi ancora
Qualcosa di te in me già c’era
E’ strano se qualcuno spara e senza mira a te ci arriva

Se ti guardo e non è facile
Non c’è qualcosa che assomiglia a te
Tu che hai riempito le mie pagine

Distante il mondo
c’è ancora spazio dentro me
Risparmio un sogno
Lo tengo dentro solo per me
La vita ha una risposta sola
E’ il cuore che domanda ancora

Distante il giorno
La porta suona al tuo ritorno

E voglio avere tutto ma senza dover averlo
Voglio chiedere aiuto ma senza voler nessuno
Io voglio riavere quello che avevo senza capirne
La vita ti pone strade,
io voglio prenderle tutte
Voglio che tu mi ascolti, pretendo che tu lo faccia
se hai un cuore tra le tue mani accarezzalo fino all’alba
Voglio che tu sia sempre qualcosa che dia speranza
Io voglio tutto questo e spero che sia abbastanza

E’ distante il mondo
C’è ancora spazio dentro me
Risparmio un sogno, lo tengo dentro solo per me

La vita ha una risposta sola
E’ il cuore che domanda ancora

Distante il giorno, la porta suona al tuo ritorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...