ALESSIO BERNABEI – Ti Ricordi Di Me?: Recensione|Audio|Video|Testo

Un anno dopo il tentativo fallito di fare un tormentone estivo, ritorna Alessio Bernabei.

Ho sempre avuto molti dubbi in merito alla sua carriera solista: tra infiniti e standing ovation post-coito dell’universo, avevo perso la speranza che l’ex Dear Jack potesse tirare fuori qualcosa di interessante e trovare la giusta direzione.

Credo che i risultati modesti della cafonata che era Non è il Sudamerica abbia segnato un punto di svolta.

Si è preso i tempi giusti, ha raccolto le idee e ha ricalibrato le proprie energie.

Nasce così Ti Ricordi Di Me, frutto della collaborazione con Danti e Alessandro Gemelli.

La svolta è evidente, suono asciutto, pulito, niente suoni tamarri e pesanti, strofe quasi rappate e ritornello fortissimo che entra in testa.

Fortunatamente non ci sono riferimenti a spiagge, tequila sale e limone e mille mila cliché sull’estate, ma è un testo auto-referenziale che mostra le vere intenzioni di Alessio e dove vuole essere adesso come artista e come persona.

Non l’avrei detto, ma questa nuova direzione mi piace e pure tanto, poco conta se si è fatto contagiare dallo stile hipster dei cantautori pseudo-indie nel design della cover e nel nuovo taglio di capelli a scodella.

Testo

Un essere umano più libero
a volte la vita è più bella
io amo gli attacchi di panico
ti ritroverò su una stella

gli amici mi fanno il coro ma
so anche cantare a cappella
sono a favore di pace, d’amore, vi prego non fate la guerra

Lascia stare
e più cancelli e più ti resta il segno ma
non fa male
non dare retta a quello che scrivono
sul giornale
il solo consiglio che ti posso dare è
non ballare perché

Perché gli anni passano
le persone cambiano
molti non ricordano
rimarrò per sempre il caro Jack
un po’ come quando io stavo insieme a te
un po’ come quando cantavi insieme a me

Mia mamma mi dice “sei un angelo”
la gente non ci crede mai
tu invece hai gli occhi del diavolo
mi hai fatto già male lo sai

E’ che mi piaci anche senza like
ricordi quel viaggio a Dubai?
sono la tua palla da bowling
un colpo sicuro che fa sempre strike

Lascia stare
la musica è alta, svegliamo i vicini
è banale, facciamo casino come da bambini
non conviene
con un passo fa luce come in Billie Jean
non ballare perché

Perché gli anni passano
le persone cambiano
molti non ricordano
rimarrò per sempre il caro Jack

Un po’ come quando io stavo insieme a te
un po’ come quando cantavi insieme a me
cantavo insieme a te
ridevo insieme a te
piangevo insieme a te

Ti ricordi di me eh?

Perché gli anni passano
le persone cambiano
molti non ricordano
rimarrò per sempre il caro Jack
un po’ come quando io stavo insieme a te
un po’ come quando cantavi insieme a me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...