Irama – Giovani: Recensione | Tracklist | Audio

La macchina dei talent segue un iter piuttosto preciso, specialmente se si tratta di Amici di sua signoria Maria.

Risultati immagini per maria de filippi gif

Non si svincola da questo percorso l’ultimo vincitore Irama che, come i suoi predecessori, pubblica il nuovo album a pochi mesi dal fruttuoso EP post-vittoria.

Non mi dilungo sulle vicissitudini con la sua etichetta pre e post Amici (anche se lui stesso le cita in Poi, poi,poi), se non per dire che la Warner al solito punta più sul personaggio che sulla musica in sé.
Parliamoci chiaro, Irama non è Beyoncé che tira fuori grandi album da un giorno all’altro, ma semplicemente il suo nome fa da momentaneamente da traino alle vendite, a prescindere da cosa ci sia dentro il disco.

Risultati immagini per maria de filippi gif

Devo pertanto ammettere che ho ascoltato questo Giovani con molti pregiudizi, soprattutto perché dischi fatti di fretta e furia normalmente sono solo dei riempitivi di scaffali per adolescenti in preda all’ormone.

Risultati immagini per maria de filippi gif

Volendo fare paragoni, ho trovato spunti interessanti in questo album rispetto a quello di Riki uscito un anno fa.

Musicalmente ha dei buoni momenti, come l’iniziale ballata Bella e rovinata che parte come un pezzo classico alla Tiziano Ferro, ma finisce con tastiere e suoni anni ottanta che ricordano i  Thegiornalisti.

Rockstar inizia praticamente uguale alla sua hit Nera, ma in realtà suona più come le cose del compianto Avicii, che del reggaeton alla Louis Fonsi.

Non mollo mai è un attacco ai suoi haters, e ha la pretesa di ispirarsi agli Imagine Dragons, tra urli e base a metà tra rap e rock, ma il paragone con Dan Raynolds è impietoso.

Le ballate personali, intime e tormentate, si alternano a pezzi più elettronici e trap, tra testi ora romantici ora a sfondo sessuale, giusto per fare innamorare definitivamente le fans.

Irama vorrebbe citare Jim Morrison nella copertina,

ma in realtà il fisico in bella mostra non è che uno specchietto per le allodole per il suo target principale.

Immagine correlata

Non mi sento di criticare i testi, la fetta di mercato a cui puntano è palese:
Irama non parla ai suoi coetanei ma piuttosto a liceali che pretendono di essere tormentati e vissuti. E per adesso va bene così.

Il punto debole semmai è la mancanza di un timbro riconoscibile, di un’identità musicale vera e propria.
Ovviamente di tempo ne ha per affinare scrittura e virare verso un pubblico più adulto, ma i suoi attuali datori di lavoro, saranno ancora lì a supportarlo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...